I funzionari dicono che purga dei ceceni gay è una bugia per screditare la Russia

0
60

Il portavoce dall’Ambasciata russa ha negato il fatto che le minoranze sessuali in Cecenia vengono inseguite e uccise. Dmitry Alushkin, un alto funzionario presso l’Ambasciata della Russia in Israele, ha detto che la diffusione di queste voci fa una parte della propaganda di tutto il mondo contro la Russia. Alushkin ha scritto che non c’era “nessuna vittima di persecuzione, minaccia o violenza” in Cecenia. Ha aggiunto che gli articoli pubblicati nel giornale Novaya Gazeta e altrove hanno costituito una “scusa per l’inizio di una campagna di propaganda contro la Russia in tutto il mondo”. Alushkin ha detto che un’indagine russa aveva scoperto che le rivelazioni sono iniziate dopo che “i governi locali… avevano rifiutato le richieste dai rappresentanti della comunità LGBT per organizzare le manifestazioni.” Lui ha ‘confermato’ il suo punto di vista, dicendo che né i funzionari per i diritti umani, né il presidente ceceno non hanno ricevuto i reclami. “Vorremmo sottolineare che il sistema del governo russo è di natura democratica e chiediamo di contare sui dati oggettivi e affidabili – e non sulle voci e speculazioni – per analizzare gli sviluppi politici nel nostro paese,” ha concluso Alushkin.

LEAVE A REPLY

Login with: 
Please enter your comment!
Please enter your name here