Il boicottaggio dell’evento LGBT ‘proibito e condannato’

0
55

Noi non possiamo prendere le decisioni per gli altri, vediamo solo cosa pensiamo della situazione. Al giorno d’oggi, le persone stanno cercando di imporre il loro punto di vista sulle persone LGBT, che noi non dovremmo sostenerle e aiutarle. Tutte le persone meritano la comprensione.

Sette famosi rabbini hanno denunciato un centro della comunità per aver tenuto gli eventi LGBT, che loro chiamano “abominazione”. Il venerdì scorso, i leader ortodossi hanno pubblicato una lettera aperta, invitando al boicottaggio del cento della comunità con £50 milioni JW3, perché esso aveva ospitato le attività LGBT-friendly. All’inizio di quest’anno, un offensore sconosciuto ha scarabocchiato la parola “VERGOGNA” sopra un banner che promuoveva il programma di eventi LGBT, noto come GAYW3, presso il centro di Londra Finchley Road.

Nella lettera, i rabbini hanno scritto che questo “abominazione” del programma “promuove uno stile di vita che è in totale contraddizione con l’ebraismo ortodosso e Halakha (legge ebraica ortodossa),” come è stato riportato dal Jewish Chronicle. Hanno continuato affermando che “una linea rossa è stata attraversata nel lancio di campagne e iniziative che promuovono stili di vita e comportamenti proibiti e condannati dalla Torah.

I rabbini poi hanno ironicamente concluso il messaggio, dichiarando che la loro comunità “sempre si basava e si basa sul suolo altamente morale ed è quello che ci portava sempre avanti in tutti i tempi.” La lettera è stata firmata da Rabbi Aaron Bassous, Rabbi Yisroel Greenberg, Rabbi Shimon Winegarten e Rabbi Mordechai Fhima, tutti loro sono i leader delle congregazioni a Londra.

LEAVE A REPLY

Login with: 
Please enter your comment!
Please enter your name here