L’insegnante, scagionata dall’accusa di aver rotto la mascella della ragazza, lotta contro la depressione dopo il processo

0
33

Un’insegnante lesbica, che era stata scagionata dalle accuse di rompere la mascella della sua amante in una rissa stradale, ha raccontato della sua salute mentale dopo il conflitto. Alexa Collier, 26 enne, ha avuto una relazione con Nicola Lees, 28 enne, per circa tre anni. Alexa ha scelto di mantenere il rapporto in segreto dalla sua famiglia, per la paura della reazione di sua madre, quando la sua amica è venuta a casa della sua famiglia. Lees ha presunto che madre di Alexa Gill l’aveva chiamato “zozzona”, una “sgualdrina” e “puttanella” all’ingresso, prima che Alexa l’avesse picchiata. Ma lei era scagionata dalle accuse, perché è stato dimostrato che la sua fidanzata aveva ricevuto le lesioni prima. Mentre i procedimenti giudiziari erano in corso, Alexa non voleva uscire fuori dalla sua stanza, e perciò i suoi genitori dovevano assicurarsi che non ci fossero delle pillole nella sua stanza, avevano paura che lei avrebbe potuto uccidersi. : “Dovevo andare dal mio medico due volte alla settimana per la consulenza. Non riuscivo a dormire, quindi lei mi prescriveva i sonniferi. Sono presa da depressione, ma mi rifiuto di prendere antidepressivi. Mia mamma ha avuto tre mesi di congedo dal lavoro a causa dello stress. “Non voleva andare a lavorare pensando che io potessi fare qualcosa di serio,” ha detto la donna. Si sentiva come se stesse morendo”. Ho avuto 12 pessimi mesi della mia vita,” ha detto Alexa. “È sufficiente per scoraggiare le donne – e gli uomini –per tutta la vita.”

LEAVE A REPLY

Login with: 
Please enter your comment!
Please enter your name here