Gli psicoterapeuti, tra cui il gruppo Christian Counsellors, si sono opposti alla ‘terapia di conversione’

0
53
BERLIN, GERMANY - SEPTEMBER 05: A doctor holds a stethoscope on September 5, 2012 in Berlin, Germany. Doctors in the country are demanding higher payments from health insurance companies (Krankenkassen). Over 20 doctors' associations are expected to hold a vote this week over possible strikes and temporary closings of their practices if assurances that a requested additional annual increase of 3.5 billion euros (4,390,475,550 USD) in payments are not provided. The Kassenaerztlichen Bundesvereinigung (KBV), the National Association of Statutory Health Insurance Physicians, unexpectedly broke off talks with the health insurance companies on Monday. (Photo by Adam Berry/Getty Images)

I leader nel mondo della psicoterapia si sono uniti per esortare a porre fine alle pratiche con l’obiettivo di ‘cambiare’ la sessualità della persona o l’identità di genere, sostenendo che tali pratiche sono offensive, dannose e che la loro efficacia non era mai stato dimostrata. Il memorandum va oltre un documento pubblicato nel 2015 dal Dipartimento della salute, che si era concentrato esclusivamente sull’orientamento sessuale. Gli organismi professionali ora vogliono chiarire che anche l’identità di genere non può essere modificata. Dominic Davies, l’amministratore delagato di Pink Therapy, ha detto: “Questo documento ha il potenziale di cambiare il modo, in cui la terapia viene fornita nel Regno Unito alle generazioni future, in quanto richiede che i terapisti siano addestrati a lavorare con clienti di diversi generi e sessualità.” Il Consiglio per la psicoterapia del Regno Unito, il Royal College di GPs, il Consiglio psicoanalitico britannico e l’Associazione britannica di consulenza e la psicoterapia sono tra le organizzazioni che vogliono firmare il documento. Esso è sostenuto anche dall’associazione Christian Counsellors.

LEAVE A REPLY

Login with: 
Please enter your comment!
Please enter your name here