Roy Moore ha perso

0
53

Uno dei candidati al Senato più omofobici nella storia americana non è riuscito a ottenere il seggio, secondo quanto è stato confermato. Il candidato repubblicano per il seggio al Senato degli USA in Alabama ha perso contro il democratico Doug Jones con il 49,9% contro il 48,4%, o di 20.000 voti. Moore è conosciuto per la sua opposizione ai matrimoni tra persone dello stesso sesso e il rifiuto di rilasciare le licenze di matrimonio alle coppie dello stesso sesso, quando esso era il suo dovere diretto. Ha anche detto che l’omosessualità era la stessa cosa come il sesso con gli animali e ha detto che tutte le persone gay erano potenziali oltraggiatori di bambini (anche se lui personalmente era accusato di aver sessualmente aggredito un minore). Inoltre, lui diceva che, se tutto dipendesse da lui, avrebbe criminalizzato il sesso gay e sosteneva che le leggi pro-LGBT erano simili al regime nazista. Moore ha resistito alle richieste da più di una dozzina di senatori repubblicani – tra cui il leader della maggioranza del Senato Mitch McConnell – di farsi da parte. Commentando il suo fallimento, Moore ha sostenuto: “Sai, una parte della questione — una parte del problema con questa campagna è che siamo stati rappresentati in una luce sfavorevole e distorta. Siamo stati messi in un buco, per così dire”.

LEAVE A REPLY

Login with: 
Please enter your comment!
Please enter your name here