Un uomo è accusato di omicidio dell’attivista LGBT a Londra

0
42

Julian Aubrey è stato trovato morto con ferite da tagli multiple nella sua casa in Kensington, a Londra, nel mese di ottobre. L’uomo era un attivista per i diritti LGBT, che lavorava in parte con le vittime di abusi sessuali ed era il capo gruppo di collegamento del Borgo Reale di Kensington e Chelsea. Il 48enne uomo residente a Kensington di nome Enrique Facell è stato accusato dell’omicidio e ieri è stato preso in custodia presso la corte Westminster Magistrates’ Court. Altri quattro uomini che erano stati arrestati con il sospetto di omicidio, attualmente sono liberi in attesa del processo, perché le prove contro di loro devono ancora essere raccolte, l’indagine continua. Il cognato di Julian, Nigel Turner, ha detto all’Evening Standard: “Julian era un ragazzo fantastico. Non posso fare i conti con quello che è successo. Lui aveva dei problemi, ma aveva un sacco di tempo per altre persone. Ha fatto tanto lavoro di consulenza. Egli era un buon consulente, aveva grande empatia, e sono sicuro che lui ha aiutato tantissima gente. Lui amava l’arte, amava la gente”.

LEAVE A REPLY

Login with: 
Please enter your comment!
Please enter your name here