Le persone trans resistono alle leggi dell’epoca coloniale sulle remote isole Tonga

0
60

Qui, nel profondo Sud del Pacifico, gli estremi valori conservatori fanno rispettare le leggi dell’epoca coloniale che riguardano Leitis, le donne trans del posto che stanno cercando di dimostrare che l’odio transfobico e la discriminazione non hanno diritto di esistere anche in una zona conservativa. Non hanno nessun trattamento e nessuna medicina, gli sciamani delle isole non sono qualificati a fare l’intervento chirurgico di riassegnazione di genere, hanno le vedute molto ristrette per capire perché è necessario. Il dramma di Leitis ha catturato l’attenzione dei pluripremiati registi statunitensi Dean Hamer e Joe Wilson, il cui film Leitis In Waiting, come loro dicono, per la prima volta ha raccontato la storia dei famosi Leitis dal loro punto di vista. Esistenti separatamente dai religiosi e stereotipati tongani, Leitis sono trattati “con un profondo sospetto”, perché la gente semplicemente non crede che i diritti umani possano essere definiti diversamente che dai dogmi religiosi. La contraddizione va oltre, dato che Leitis – essendo esiliati dalla legge tongana– sono in combutta con importanti leader tongani e hanno aiutato Dean e Joe a creare alcune delle più sorprendenti interviste del film. I Leitis sostengono che il punto di vista sui transgender di Tonga, come spiegano Dean e Joe, è (nonostante le tensioni) “un po’ più indietro” dal rispetto all’Occidente.

LEAVE A REPLY

Login with: 
Please enter your comment!
Please enter your name here