La polizia ha problemi con la gestione dei crimini dell’odio, dicono i rapporti

0
32

La polizia di Inghilterra e Galles ammette di affrontare grandi problemi, quando si tratta delle indagini sui crimini dell’odio in parte quegli omofobici e transfobici. La pubblicazione – compilata da Her Majesty’s Inspectorate of Constabulary and Fire & Rescue Services – ha concluso che la risposta della polizia in 89 su 180 casi dei crimini dell’odio che essa aveva revisionato “non era abbastanza positiva”, in molti casi non c’era la risposta, un certo tempestiva un certo numero di esse è stato ignorato dalla polizia, e considerando che gli eventi storici come Brexit hanno causato un grande aumento dei crimini dell’odio, ignorandoli sarebbe un atto di crudele negligenza. Inoltre, è stato affermato che la polizia dovrebbe “fare in modo che le raccomandazioni contenute nel presente rapporto siano utilizzati in futuro per migliorare la risposta della polizia alle vittime dei crimini dell’odio.” Il rapporto ha aggiunto che i crimini dell’odio spesso accadono nelle piccole strette comunità, dove la polizia non può raggiungere o è semplicemente insolito per queste comunità di chiedere aiuto alla polizia, molte vittime dei crimini dell’odio hanno troppa paura di parlarne, anche con la polizia. Perciò, non è sempre la colpa della polizia, ma d’altra parte è il suo dovere di fornire un ambiente sicuro per tutte le persone.

LEAVE A REPLY

Login with: 
Please enter your comment!
Please enter your name here